Senza è buono

Hosted ByLetizia Terra

Senza è buono – ricette senza glutine, senza latte, senza zuccheri raffinati e spesso senza uova

Cosa significa Senza è buono? Significa che un piatto dolce o salato senza glutine, senza latticini, senza zuccheri raffinati e -a volte- persino senza uova può essere buono per tutti. Perché celiachia e intolleranze alimentari non devono diventare un ostacolo o una “scusa” per escludersi o sentirsi esclusi.

Letizia Terra

Sognatrice. Creativa, tanto. Sbadata, ancora di più. Sempre con la testa fra le nuvole. Letizia. Per gli amici, Leti.

  • Credo nel tempo che lenisce ogni ferita.
  • Credo nella gentilezza che, se ben dosata, può spostare persino le montagne.
  • Credo nell’amore. Per una madre, per un padre. Per un figlio. Per una sorella.
  • Credo nel silenzio, quando non ho nulla da dire.
  • Credo che il cuore possa essere maltrattato, stropicciato, ridotto in pezzettini. E sparpagliato per il mondo. Ma poi riesce sempre a ricomporsi e a tornare al suo posto.
  • Credo che si possano commettere errori e che si possa sempre rimediare.
  • Amo la pizza (senza glutine). Il burro di arachidi senza zuccheri aggiunti. Le patatine fritte. Il cappuccino con le amiche di sempre.
  • Amo le parole. Amo scrivere. Lo faccio per passione e per lavoro.

La mia storia, quella che sto per raccontarti, ha inizio con Senza è buono , il mio blog di cucina senza glutine.

Qui raccolgo i miei pensieri e le mie ricette senza glutine, preparate con farine naturali glutenfree. Perché di blog per celiaci ce ne sono davvero tanti in giro, ma Senza è buono è un blog di cucina che si riferisce anche a chi ama mangiare sano. Agli sportivi che prediligono la colazione proteica. E a chi è curioso di scoprire ingredienti particolari, come il burro di arachidi, o la farina di lenticchie e non sa come usarli in cucina.

Cosa significa Senza è buono? Significa che un piatto dolce o salato senza glutine, senza latticini, senza zuccheri raffinati e -a volte- persino senza uova può essere buono per tutti. Perché celiachia e intolleranze alimentari non devono diventare un ostacolo o una “scusa” per escludersi o sentirsi esclusi.

Mangiare senza glutine non significa privarsi di qualcosa, ma comprendere l’opportunità dietro la parola “senza”.

Quante volte avrai sentito dire che un piatto senza glutine è insapore e incolore? Posso dimostrarti il contrario.

Prova a pensare all’universo delle farine senza glutine: mais, riso, amaranto, quinoa, teff, miglio, grano saraceno… alcune di queste, di sicuro, ti risulteranno sconosciute. E gli zuccheri integrali? Il gusto caramellato dello sciroppo di acero, quello delicato dello sciroppo di agave e il sentore lievemente speziato dello zucchero di cocco. Sapori nuovi, che rappresentano ogni giorno una scoperta. Ecco perché io dico sempre che anche chi non è celiaco o soffre di intolleranze alimentari può assaggiare e apprezzare un piatto senza glutine.

Il segreto risiede tutto nella conoscenza e nella scelta sapiente degli ingredienti. Nel saperli dosare e miscelare. Perché Senza è buono.

I miei contatti:

SEO, Web content editor, web marketing presso www.2becreative.it

Foodblogger presso Senza è buono – ricette senza glutine, senza latte, senza zuccheri raffinati e spesso senza uova

La mia pagina Facebook

La mia gallery su Instagram